Carte prepagate con IBAN

Una delle tipologie di carte prepagate più richieste in assoluto è quella delle carte con IBAN. Di cosa si tratta e quali sono le più sicure ed affidabili?

Cosa sono le prepagate con IBAN

Iniziamo con il dire che quelle con IBAN sono delle carte prepagate a tutti gli effetti, nel senso che per poterle usare occorre prima ricaricarle, l’unica differenza da quelle più classiche è che hanno un codice IBAN stampato sul fronte.

Questo codice è equiparabile in tutto e per tutto a quello di un conto corrente: è possibile usarlo per emettere bonifici, per ricevere l’accredito dello stipendio o della pensione, ricevere l’accredito per la disoccupazione e così via. Inoltre, grazie al fatto che si tratta comunque di una carta prepagata con tanto di 16 cifre sul fronte, può essere usata anche per fare acquisti online in tutta comodità: Amazon, eBay, e-commerce in generale, voli e altro ancora.

L’unico limite è rappresentato dalla somma che si deposita sulla carta stessa.

I vantaggi delle prepagate con IBAN

Il principale vantaggio di questo tipo di carta sta nel fatto che può essere richiesta praticamente da chiunque. Essendo una prepagata e non comportando, di fatto, alcun conto corrente aperto presso una banca, tale carta viene spesso richiesta anche dai disoccupati (che non è la social card) o dai cattivi pagatori e protestati. Trattandosi di prepagate, non viene fatto alcun controllo di solidità finanziaria, e infatti l’unico requisito per aprirle è presentare una copia del documento di identità e del codice fiscale.

Possono anche essere usate all’estero per prelevare denaro o per effettuare pagamenti nei negozi.

Infine, alcune delle carte più evolute, come la Hype di Banca Sella, hanno anche un’area riservata dove poter controllare i movimenti ed effettuare ricariche usando metodi di pagamento online.

Gli svantaggi

In realtà non esistono grandi svantaggi, se non il fatto che non si tratta comunque di un vero e proprio conto corrente. Per questo motivo non si potrà avere un carnet degli assegni o un fido bancario, ma se non vi interessano, allora siete sulla strada giusta scegliere una prepagata con IBAN.

Chi la può aprire

Di seguito un riepilogo di coloro che possono aprire una prepagata con IBAN:

  • dipendenti e pensionati
  • autonomi
  • giovani
  • disoccupati
  • cattivi pagatori e protestati
  • casalinghe

Le migliori prepagate con IBAN 2017 e 2018

Quali saranno le migliori carta con IBAN per quest’anno e per l’anno nuovo?

  • Carta Hype, una delle più interessanti in assoluto, semplice da richiedere e sicura, appartenendo a Banca Sella;
  • ViaBuy, una carta di credito che può essere richiesta anche in forma anonima e per questo particolarmente ricercata;
  • PostePay Evolution, si tratta di una versione “evoluta” della classica PostePay, ad oggi è probabilmente la carta più richiesta in Italia grazie alla presenza capillare di Poste Italiane;
  • Genius Card di Unicredit Banca, altra carta molto sicura ed economica per i giovani (per gli under 30 è gratuita)
  • SuperFlash di Intesa SanPaolo, anch’essa gratuita per i giovani, è affidabile e veloce da richiedere.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *